Editoria

Prevalenza e rilevanza del dolore nelle persone anziane

31.03.2017
Sigot

Per gentile conessione, di seguito la traduzione di "PREVALENCE AND RELEVANCE OF PAIN IN OLDER PERSONS”. 

Gibson SJ, Lussier D.
Article first published online:12 APR 2012
DOI: 10.1111/j.1526-4637.2012.01349.x
Wiley Periodicals, Inc. 

Pain Medicine
Special Issue: Neurobiology and Clinical Implications of Pain and Agin
Volume 13, Isse Supplement s2, pagesS23-S26, April 2012 

Riassunto
Setting. Con l’avanzare dell’età nella popolazione nel mondo, molti problemi di salute che interferiscono con la qualità di vita delle persone anziane si incrementano diventando rilevanti. Il dolore persistente è uno dei maggiori problemi di salute affrontati dagli adulti di età avanzata, ed è riconosciuto come una delle maggiori preoccupazioni per questa fascia di popolazione.
Risultati. Numerose osservazioni epidemiologiche suggeriscono che il dolore è molto comune durante la fase della tarda media-età (55-65 anni) e continua approssimativamente allo stesso modo nella età avanzata ( +65). Questo è vero nonostante la sede anatomica o la patogenica causa del dolore. L’unica eccezione appare essere per il dolore associato al le malattie degenerative delle articolazioni (come osteoartrite) che mostrano un potenziale incremento fino almeno ai 90 anni. Frequente è l’ età associata a condizioni come la demenza, che può portare ad una riduzione della frequenza e dell’intensità del dolore. Il dolore quotidiano è il maggior fattore di rischio per sviluppare disabilità e gli anziani fragili sono molto vulnerabili. Moderati o elevati livelli di attività fisiche appaiono più influenzati, mentre attività basilari di vita quotidiana possono essere modificate ma raramente cessano completamente. Una simile relazione è stata documentata per il rischio di depressione e la sensazione di agitazione nelle persone anziane con dolore persistente. Malgrado sia caratterizzato da sfavorevoli importanti effetti, il dolore spesso rimane scarsamente trattato nelle persone anziane. Questo capita attraverso tutti i setting di cura esaminati (acuzie, emergenza,ambulatoriali, lungo-degenza).
Conclusioni. Lo sviluppo della conoscenza per entrambi i professionisti della salute ed i pazienti e la ricerca corrente si sta indirizzando verso una apertura e un’espansione della gestione appropriata del dolore età-correlata, con servizi che possono essere richiesti per migliorare gli appropriati bisogni della nostra popolazione che rapidamente sta invecchiando.